Lo Schema Mode Inventory misura la presenza e la gravità di eventuali MODE secondo la teorizzazione della Schema Therapy. I mode indagati sono: i Mode bambino (Bambino vulnerabile, Bambino arrabbiato, Bambino furioso, Bambino impulsivo, Bambino indisciplinato, Bambino felice); i Mode di Coping (Sottomesso compiacente, Protettore distaccato, Consolatore distaccato, Autoesaltatore, Prepotente e violento); i Mode Genitore (Genitore punitivo, Genitore esigente); il Mode Adulto sano.


Di seguito troverà un elenco di affermazioni che possono essere usate per descrivere se stessi. Le chiediamo cortesemente di indicare, utilizzando la scala di valutazione, con quale frequenza le è capitato di credere o percepire l’affermazione come valida per Lei in generale.


 

I campi obbligatori sono contrassegnati *

1.Imponi il rispetto mostrando agli altri che non sei una persona con cui scherzare *
2.Mi sento amato e accettato. *
3.Mi nego esperienze piacevoli perché non me le merito. *
4.Mi sento profondamente inadeguato, imperfetto e carente. *
5.Sento il bisogno di punirmi facendomi male (ad esempio, tagliandomi). *
6.Mi sento disorientato. *
7.Sono duro con me stesso. *
8.Faccio molti sforzi per piacere agli altri, così da evitare il conflitto, lo scontro o il rifiuto.. *
9.Non sono in grado di perdonare niente a me stesso. *
10.Faccio cose che mi mettano al centro dell’attenzione *
11.Mi arrabbio quando le persone non fanno quello che gli chiedo di fare *
12.Ho dei problemi nel controllo dei miei impulsi. *
13.Se non riesco a raggiungere un obiettivo, mi sento facilmente frustrato e rinuncio. *
14.Ho violente esplosioni di emozioni. *
15.Agisco in modo impulsivo o esprimo emozioni che creano problemi o turbano gli altri. *
16.È colpa mia se accade qualcosa di negativo. *
17.Mi sento contento e a mio agio. *
18.Cambio in funzione delle persone con cui mi trovo, in modo da piacergli o da ottenere la loro approvazione. *
19.Mi sento in contatto con altre persone. *
20.Quando incontro dei problemi, faccio molti sforzi per risolverli da solo. *
21.Non riesco a sforzarmi per portare a termine attività di routine o compiti noiosi. *
22.Se non mi oppongo agli altri, sarò maltrattato o trascurato. *
23.Chi consente ad altri di prenderlo in giro, si dimostra un perdente. *
24.Quando sono arrabbiato con qualcuno lo aggredisco fisicamente. *
25.Quando comincio ad essere arrabbiato, spesso non mi controllo e perdo completamente la calma. *
26.Ritengo importante essere sempre il migliore ( ad esempio, il più amato, quello con più successo, il più ricco, il più potente). *
27.Mi sento indifferente. *
28.Riesco a risolvere i problemi in modo razionale, evitando di essere sopraffatto dalle emozioni. *
29.Non accetto di essere il secondo. *
30.L’attacco è la miglior difesa. *
31.Mi sento freddo nei confronti degli altri. *
32.Mi sento distaccato (non sono in contatto con me stesso, con le mie emozioni o con gli altri). *
33.Seguo le mie emozioni ciecamente. *
34.Mi sento disperato. *
35.Consento agli altri di criticarmi o umiliarmi. *
36.Nelle relazioni lascio che sia l’altro a dominare. *
37.Mi sento distante dagli altri. *
38.Non rifletto su ciò che dico e ciò mi crea problemi o urta gli altri. *
39.Lavoro o pratico attività sportive in modo molto intenso, così che non devo pensare alle emozioni che mi turbano. *
40.Sono arrabbiato perché le persone mi privano della mia libertà e indipendenza. *
41.Non sento alcuna emozione. *
42.Faccio ciò che voglio fare, indipendentemente dai bisogni e sentimenti degli altri. *
43.Non mi permetto momenti di relax o divertimento fino a che non ho portato a termine tutto ciò che devo fare. *
44.Quando sono arrabbiato, lancio gli oggetti. *
45.Mi sento infuriato con qualcuno. *
46.Ho la sensazione di trovarmi a mio agio con le persone. *
47.Ho accumulato molta rabbia e ho bisogno di esprimerla. *
48.Mi sento solo. *
49.Mi piace fare qualcosa di stimolante o rilassante per evitare le mie emozioni (ad es., lavorare, giocare d’azzardo, mangiare, fare acquisti, fare attività sessuali o guardare la TV). *
50.La parità non esiste, quindi meglio dominare gli altri. *
51.Quando sono arrabbiato, perdo il controllo su me stesso e minaccio gli altri. *
52.Invece di esprimere i miei bisogni, lascio che siano gli altri a decidere. *
53.Se qualcuno non è con me, è contro di me. *
54.Per evitare di essere turbato da pensieri o emozioni fastidiose, faccio in modo di avere sempre qualche occupazione. *
55.Se mi arrabbio con qualcuno, sono cattivo. *
56.Non voglio essere coinvolto in relazioni con altre persone. *
57.Sento di avere molta stabilità e sicurezza nella mia vita. *
58.So quando esprimere o non esprimere le mie emozioni. *
59.Sono arrabbiato con qualcuno perché mi ha lasciato o abbandonato. *
60.Non mi sento legato ad altre persone. *
61.Non riescoa fare cose che sono noiose, anche se so che sono per il mio bene.. *
62.Non rispetto le regole e poi me ne pento. *
63.Mi sento umiliato. *
64.Mi fido della maggior parte delle persone. *
65.Prima agisco e poi penso. *
66.Mi annoio facilmente e perdo interesse nelle cose. *
67.Mi sento solo anche se sono in mezzo alle persone. *
68.Non mi consento di fare le cose piacevoli che fanno altri perché sono cattivo. *
69.Asserisco i miei bisogni senza esagerare. *
70.Mi sento speciale e migliore degli altri. *
71.Niente mi interessa, per me non c’è niente di importante. *
72.Mi arrabbio quando qualcuno mi dice come devo sentirmi o comportarmi. *
73.Se non si comandano gli altri, saranno loro a comandare te. *
74.Dico ciò che sento o agisco in modo impulsivo senza pensare alle conseguenze. *
75.Mi sento di rimproverare le persone per il modo in cui mi trattano. *
76.Sono capace di prendermi cura di me stesso. *
77.Sono piuttosto critico nei confronti degli altri. *
78.Sono costantemente sotto pressione per raggiungere degli obiettivi e portare le cose a termine. *
79.Tento di non fare errori, altrimenti mi deprimo. *
80.Merito di ricevere una punizione. *
81.Sono in grado di apprendere, maturare e cambiare. *
82.Voglio distrarmi da pensieri ed emozioni che mi turbano. *
83.Sono arrabbiato con me stesso. *
84.Mi sento privo di emozioni. *
85.Devo sempre essere il migliore in quello che faccio. *
86.Sacrifico le attività piacevoli, la salute e la felicità per essere all’altezza dei miei standard. *
87.Sono esigente nei confronti degli altri. *
88.Se sono arrabbiato, posso perdere il controllo in modo da far male ad altri. *
89.Sono irraggiungibile. *
90.Sono una persona cattiva. *
91.Mi sento sicuro. *
92.Credo di essere ascoltato, compreso e accolto. *
93.Trovo impossibile controllare gli impulsi. *
94.Quando sono arrabbiato rompo gli oggetti. *
95.Quando si dominano gli altri non può accadere niente di male. *
96.Rimango passivo anche quando qualcosa non mi piace. *
97.La mia rabbia è fuori controllo. *
98.Prendo in giro gli altri. *
99.Vorrei colpire o fare male a qualcuno per quello che mi ha fatto. *
100.So che c’è sempre un modo giusto e un modo sbagliato di fare qualcosa, faccio molti sforzi per fare le cose nel modo giusto, altrimenti divento molto critico nei miei confronti. *
101.Spesso mi sento solo al mondo. *
102.Mi sento debole e impotente. *
103.Sono pigro. *
104.È saggio accettare qualsiasi cosa dalle persone che per me sono importanti. *
105.Sono stato ingannato e trattato ingiustamente. *
106.Mi sento isolato o escluso. *
107.Sminuisco gli altri. *
108.Sono ottimista. *
109.Ritengo di non dover rispettare le stesse regole che seguono gli altri. *
110.Mi sforzo per essere più responsabile della maggior parte delle persone. *
111.Se credo di essere stato criticato ingiustamente, di essere vittima di abusi o di sfruttamento sono in grado di difendermi. *
112.Se mi accade qualcosa di spiacevole non merito alcuna comprensione. *
113.Ho la sensazione che nessuno mi ami. *
114.Credo di essere sostanzialmente una brava persona. *
115.Se necessario, porto a termine attività di routine e noiose per riuscire a raggiungere obiettivi per me importanti. *
116.Mi sento spontaneo e vivace. *
117.Posso essere talmente arrabbiato da essere in grado di uccidere qualcuno. *
118.Ho una buona consapevolezza di ciò che sono e di ciò che devo fare per rendermi felice. *